Mercato

Arredamento

4 fattori che spingono l'industria dell'arredamento verso l'ottimizzazione della produzione

In che modo la personalizzazione, la complessità, la convenienza e la velocità influenzano i processi di produzione, spingendo le aziende a massimizzare l'efficienza.

The 4 Furniture Industry Drivers That Demand Manufacturing Optimization

Il mercato dell'arredamento è in fase di rapida trasformazione e richiede processi produttivi che operino alla massima efficienza. E con l'avvento della digitalizzazione e dell'Industria 4.0, non c'è mai stato un momento migliore per rendere più efficiente il modo di commercializzare i prodotti.

L'impatto della personalizzazione, della complessità, della convenienza e della velocità sull'industria dell'arredamento sta enfatizzando gli effetti negativi delle inefficienze produttive. Ma concentrandosi sull'ottimizzazione della produzione e riducendo il costo per pezzo, i produttori di arredamento possono ottimizzare i processi in modo da rispondere alle nuove domande del mercato e generare un effetto positivo sia sui consumatori sia sui bilanci aziendali.

Scopriamo alcuni dei principali fattori propulsivi del mercato per capire il loro impatto sui processi produttivi e sul bisogno di velocità. 

Personalizzazione

A partire dal 2014, i millennial, una generazione cresciuta in un'era in cui la gratificazione immediata dei desideri è la norma, si sono imposti come i principali acquirenti di arredamento. Per venire incontro alla loro domanda di individualità, il design di spazi abitativi personalizzati ha acquisito un'importanza crescente, al punto che, secondo una ricerca di KPMG, ben il 40% dei consumatori vuole comprare prodotti che nessun altro possiede.

La personalizzazione non è una moda passeggera e rappresenta una grande opportunità. Secondo una ricerca di Deloitte, la maggioranza dei consumatori è disposta a pagare di più per avere un prodotto o un servizio personalizzato, in particolare per i prodotti nelle categorie di fascia alta.

Implicazioni per i produttori di arredamento:

Più personalizzazione significa offrire più collezioni e opzioni per riflettere un'ampia varietà di stili di vita e di personalità uniche. Questo aumenta inevitabilmente la complessità dei processi di produzione, mettendo a repentaglio la produttività, l'efficienza e la redditività aziendale.

Complessità

I consumatori si aspettano che la tecnologia permei ogni aspetto delle loro vite e ciò si verifica anche nel mercato dell'arredamento. La crescente domanda di tecnologia intelligente, comprese porte USB, portabicchieri luminosi, poltrone reclinabili elettriche e persino mobili in grado di monitorare e registrare i dati sanitari, sta rendendo il settore dell'arredamento sempre più high-tech.

L'aggiunta di tecnologia non ha fatto che aumentare la complessità del processo produttivo, ma i pezzi modulari, i materiali complessi, i pezzi unici e le piccole serie sono tutti fattori che incrementano l'assortimento di opzioni altamente complesse. 

Implicazioni per i produttori di arredamento:

La produzione di arredamento è già notevolmente complicata, ma le nuove opzioni e possibilità comportano per i produttori la necessità di gestire nuovi fornitori e componenti complessi, oltre che di introdurre design e configurazioni completamente nuove. Questa domanda emergente implica un nuovo livello di complessità che rischia di sconvolgere i tradizionali processi di produzione, nati in un'epoca in cui il settore dell'arredamento era più semplice..

Convenienza

Secondo il Rapporto sul commercio elettronico nell'arredamento, l'80% dei consumatori cerca i prodotti online prima di fare un acquisto, un dato che sottolinea le opportunità di crescita insite nell'e-commerce. Ma nonostante la praticità, molti compratori d'arredamento sono ancora lenti nell'abbracciare lo shopping online a causa dell'investimento significativo e del desiderio di vedere e toccare l'articolo prima di acquistarlo. 

Attualmente, tuttavia, la mentalità sta cambiando. Secondo il Digital Market Outlook di Statista, le vendite d'arredamento a livello globale dovrebbero crescere a un tasso annuo del 11,9% tra il 2018 e il 2022.

Implicazioni per i produttori di arredamento:

Anche se l'arredamento è costoso da spedire per via delle dimensioni e della complessità logistica, il potenziale dell'e-commerce per i produttori di arredamento è enorme. Per massimizzare il potenziale, le aziende dovranno trovare il giusto equilibrio tra vari elementi: creare velocemente, limitare i fermi di produzione e tenere bassi i prezzi, di modo che l'acquisto sia conveniente per i consumatori.

Velocità

L'era di Amazon ha sostanzialmente cambiato le aspettative riguardo ai tempi di consegna. I consumatori, soprattutto i millennial, sono ormai abituati a fare acquisti online e a vedersi consegnare i prodotti entro 48 ore o meno.

Tuttavia, gli operatori sanno di non poter ridurre i tempi logistici. Di fatto, i tempi di consegna negli ultimi quattro anni sono diminuiti, in media, del 40%, evidenziando l'importanza di risparmiare tempo tra l'ordine e la consegna. 

Implicazioni per i produttori di arredamento:

Le elevate aspettative riguardo ai tempi di consegna hanno contagiato anche il mercato dell'arredamento, obbligando le aziende a creare prodotti sempre più complessi e altamente personalizzati, spesso con consegne rapide e gratuite. Quanto più i produttori di arredamento riescono a stabilire il giusto equilibrio tra selezione, qualità e velocità – limitando il tempo tra l'ordine iniziale e la consegna finale – tanto meglio riusciranno a sfruttare queste opportunità. 

Siete pronti ad adattarvi ai cambiamenti del mercato?

I ritmi frenetici e la mobilità del mercato rappresentano, per i produttori di arredamento, un'opportunità per ripensare il modo di creare e consegnare i prodotti. Al cuore di questi cambiamenti c'è l'esigenza di una maggiore efficienza dello sviluppo prodotto e di processi intuitivi, ottimizzando l'intero ciclo dal design alla prototipia, fino alla produzione e alla consegna. 

La capacità di reagire rapidamente e adattarsi ai cambiamenti del mercato è cruciale per il successo, quindi non sorprende che dare un forte impulso all'efficienza sia la principale priorità per quasi un terzo dei produttori d'arredamento, secondo un recente sondaggio di CSIL e Lectra.  Molti produttori stanno concentrando i loro sforzi sull'ottimizzazione dei processi produttivi, in modo da poter affrontare altre priorità pressanti, come la riduzione del time-to-market e l'incremento dei margini. 

Per saperne di più su come aumentare l'efficienza, limitare i fermi di produzione e ottimizzare i processi produttivi, leggete la nostra guida, “Produzione (in)interrotta: Quattro modi per evitare i fermi di produzione con le tecnologie dell'Industria 4.0".