Mercato

Arredamento

Perchégli indicatori di produzione sono sempre più importanti nel nostro settore in evoluzione

Le aspettative riguardo ai costi e alle consegne sono arrivate al limite estremo e le aziende di arredamento devono affrontare una nuova sfida: produrre una gamma più ampia di articoli per soddisfare i nuovi consumatori alla ricerca di prodotti di tendenza e di un'esperienza d'acquisto più personalizzata, con più opzioni e più scelta. 

Why manufacturing metrics are as important as ever for our changing industry

Che cosa hanno in comune questi tre fattori: costo, tempo e agilità? Richiedono un'efficienza di produzione assoluta, in un ambiente sempre più complesso e sottoposto a una nuova serie di vincoli. I metodi di produzione del passato, che includevano l'arresto e il riavvio delle macchine per la manutenzione (programmata o imprevista) e processi privi dell'automazione necessaria per inviare efficacemente le informazioni, non sono più proponibili. Tuttavia, benché i metodi di produzione di ieri siano ormai completamente obsoleti, esiste un'eccezione.

Gli indicatori tradizionali utilizzati per misurare l'eccellenza produttiva sono ancora del tutto validi e possono fornire informazioni preziose sulla capacità delle aziende di arredamento di soddisfare le esigenze del mercato attuale, oltre a indicazioni pratiche sulle aree che richiedono miglioramenti immediati.

In ogni campo, il primo passo per migliorare consiste nel misurare la situazione attuale, per poter stabilire obiettivi SMART – ovvero Specifici, Misurabili, Attuabili, Rilevanti e Temporizzati – e individuare il percorso per raggiungerli. Questi parametri e molti altri sono sempre più importanti nell'ambiente di produzione attuale, così complesso, volatile e interconnesso. Grazie a tecnologie di misurazione più precise e accurate che mai, a filtri e dashboard che forniscono informazioni pratiche su cui lavorare e a tecnologie di automazione che eliminano la necessità di arrestare e riavviare le macchine per la manutenzione, lgli indicatori tradizionali brillano sotto una nuova luce.

Sì, l'abbiamo già detto: la velocità è fondamentale. Le aspettative dei consumatori riguardo ai tempi di consegna hanno trasformato un'industria tradizionalmente tranquilla in un'arena in cui si lotta per consegnare i prodotti più velocemente della concorrenza. La riduzione del "tempo di ciclo di produzione totale" è diventato il principale KPI del settore. Grazie a tecnologie che automatizzano e misurano esattamente la durata di ogni passaggio, migliorare i processi è molto più facile che in passato.

L'agilità è cruciale per restare competitivi. Nell'era di Internet, il coinvolgimento dei consumatori e la rilevanza dei brand si giocano sulla capacità di seguire le nuove tendenze e offrire prodotti personalizzati. Ma come si traduce tutto questo in indicatori di produzione? Il tempo di avvicendamento e il tasso di introduzione dei nuovi prodotti sono ottimi parametri per valutare l'agilità di un'azienda produttrice di arredamento. L'avvicendamento è la conversione di una linea o di una macchina da un prodotto a un altro. Questa metrica misura semplicemente la velocità o il tempo necessari per questa operazione. L'introduzione di un nuovo prodotto indica il tempo necessario per introdurre i nuovi prodotti sul mercato e, generalmente, include una combinazione dei tempi di design, sviluppo e messa in produzione. In entrambi i casi, quanto minore è il tempo, tanto meglio è per l'azienda. A seconda delle attrezzature, delle tecnologie, dei processi e di come tutti questi elementi si integrano insieme, un avvicendamento può durare minuti, ore o persino giorni.

La buona vecchia percentuale di ordini di manutenzione pianificati rispetto agli interventi di emergenza è un indicatore semplice con un grande impatto. Misura la frequenza delle attività di manutenzione programmate rispetto alle attività di emergenza, vale a dire non pianificate, spiacevoli e costose. È una metrica molto importante da tenere in seria considerazione durante il passaggio alle attività di manutenzione predittiva automatizzate, ormai integrate nelle fabbriche intelligenti. La manutenzione riduce le probabilità di guasti e fermi macchina, aumenta l'efficienza complessiva delle apparecchiature e migliora la sicurezza e la produttività, quindi la sua corretta gestione è fondamentale. Il risultato può essere misurato in tempo di inattività in proporzione al tempo di operatività, che è un indicatore della disponibilità delle risorse di produzione e ha perciò un impatto diretto sulla redditività aziendale.

Ma chi è il vero Re delle metriche? Efficienza generale dell'impianto (OEE, Overall Equipment Effectiveness): Disponibilità x Prestazioni x Qualità è un parametro utilizzato per indicare l'efficienza generale di un'apparecchiatura o di un'intera linea di produzione.

Volete saperne di più? Leggete la nostra guida completa alle best practice per conoscere le metriche di produzione, le sfide e le soluzioni, con l'obiettivo di operare efficacemente in un mercato sempre più competitivo e globalizzato.